All News

Comune di Palermo, la nota: per Orlando “diritti acquisti” dei precari non lo sono per i suoi uffici.

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Patrizia Biagi Dirigente Sindacale UGL e di Daniele Galici, RSU UGL Comune di Palermo.

“Se c’è qualcuno che non sa cosa faccia la mano destra e cosa faccia la mano sinistra è proprio il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Apprendiamo dalla stampa le dichiarazioni del primo cittadino nella giornata di ieri a proposito dei rilievi sollevati dagli ispettori del MEF: ”gli ispettori del MEF hanno fatto una ispezione ma non conoscono le leggi dello stato, della regione e neppure cosa fa il Loro vicino d’ufficio”.  In riferimento invece alla  difesa dei diritti dei “precari ” “stabilizzati” del comune, il sindaco  ha dichiarato “I loro sono diritti acquisiti, leggittimi e intoccabili”. Sono i suoi uffici che smentiscono il sindaco di Palermo. In allegato la risposta alla diffida inviata, in merito  al procedimento concluso nel 2017 con l’esame degli orali, dal settore risorse umane  del comune a proposito di un  bando pubblicato ed espletato ed a cui deve solo far seguito la firma del contratto. La nota del comune  sostiene che è facoltà dell’amministrazione e non un “diritto  acquisito, leggittimo ed intoccabile” come invece  dichiarerebbe il sindaco.  Delle due l’una: o il sindaco di Palermo dice cose non vere,  o gli uffici negano i “diritti acquisiti, leggittimi e intoccabili”… o “è terrorismo”?”

In alto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com