Vertenza Papino, Figuccia chiede chiarimenti al governo Musumeci

“Una bomba sociale – l’ha definita il parlamentare dell’Udc – che vede circa 300 dipendenti della Papino elettrodomestici Spa, in balia dell’incertezza aziendale. Parliamo di uomini e donne che dall’agosto dello scorso anno non percepiscono con regolarità le loro spettanze e che chiedono dignità e diritti. Dall’analisi dei documenti forniti dal Commissario Giudiziale, per altro, nelle scorse settimane, è stata accertata l’inadempienza dell’azienda dalle opportune sedi giudiziarie. Non ultimo – aggiunge il parlamentare dell’Udc – mancano delle trattative serie e concrete con eventuali competitor del settore che potrebbero dare solidità alla situazione estremamente precaria. Sono queste le ragioni che mi hanno spinto a presentare un’interrogazione al Presidente della Regione e all’Assessore all’Economia. Non possiamo assistere inermi alla desertificazione economica di una terra sempre più dilaniata dall’assenza di opportunità lavorative.

Pretendiamo – conclude – la messa in opera di un piano di risanamento che metta al centro gli interessi di questa gente e che offra le necessarie garanzie occupazionali”

Raccomandati per te

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.