Ustica, “Diritto alla studio negato, i genitori chiedono il Liceo Scientifico”

Il parlamentare regionale Figuccia presenta un interrogazione sul caso

“Cosa ne sarà del liceo scientifico di Ustica?
Se lo chiedono i genitori costretti a mandare i propri figli su Palermo, qualora ci si la disponibilità economica, altrimenti, a casa, deprivati del sogno e aggiungo del diritto, di diventare un medico o un ingegnere. Sembra un incubo ma non lo è – a dichiararlo è Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia che prosegue – da qualche anno ha aperto i battenti sull’isola uno pseudo Istituto Turistico che – le sole iscrizioni parlano – non è certamente espressione degli orientamenti formativi della comunità studentesca che già da tempo chiede alle autorità competenti il ripristino del vecchio liceo scientifico, certamente più propedeutico per eventuali percorsi accademici. Alle istanze dei genitori non è seguita alcuna risposta e questo mi ha subito spinto a inoltrare un’interrogazione all’assessore Lagalla per chiedere chiarimenti. Pare che basterebbe ripristinare l’indirizzo scolastico che è già codificato con un provvedimento di buon senso che dia seguito ai desiderata di una comunità che ha espresso chiaramente le sue preferenze e che porrebbe fine ad un mal di pancia che a onor del vero – conclude – attanaglia tutti i cittadini insulari già mortificati da molteplici difficoltà e sulle cui rivendicazioni, mi sto da tempo battendo in Assemblea”

Raccomandati per te

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.