Covid-19, Lo Proto (Udc): “Un plauso a Musumeci, ora misure per lavoro agile”

Sull’emergenza riguardante il contenimento del covid 19 sul territorio siciliano, interviene il responsabile del dipartimento lavoro dell’Udc di Palermo Rosario Lo Proto.

Un apprezzamento va al  presidente della Regione Nello Musumeci che con l’ultima direttiva recante misure ancora più restrittive sulla mobilità da e per la Sicilia, ha ascoltato il grido di allarme di questi ultimi giorni, fatto dall’onorevole Vincenzo Figuccia, relativo alla salvaguardia della salute dei nostri conterranei.
Occorre, continua Rosario Lo Proto, con la stessa celerità promuovere e concretizzare una tutela reale dei lavoratori di tutti i settori produttivi, mettendo in campo  tutte le modalità di lavoro cosiddetto “agile”, previsto dall’ Art. 18 della legge 22 Maggio 2017 numero 81 , con la realizzazione là dove possibile dello Smart-working.  Questa è una delle misure sicuramente utile per salvaguardare la salute dei lavoratori e le loro famiglie, e a frenare il contagio ormai galoppante  su tutto il territorio nazionale. Inoltre abbiamo avuto riscontro che molti lavoratori del settore sanità  che operano all’interno dei  nostri ospedali sono privi di strumenti per garantire la propria sicurezza. Si rende  necessario fare uno sforzo immediato per l’approvvigionamento  di questi ultimi e soprattutto attrezzarci per far fronte ad un eventuale diffondersi dell’epidemia ,mediante la creazione di nuovi posti letto e di terapie intensive in Sicilia.
A tal proposito , sarebbe opportuno fare un monitoraggio di tutte le strutture ospedaliere chiuse, come ad esempio l’IMI e attrezzarle per la gestione di un eventuale emergenza. Conclude Lo Proto con un appello al presidente della Regione che nonostante i vincoli   previsti dall’ultimo decreto, si faccia carico di concordare una modalità di rientro per tutti gli studenti siciliani  che si trovano all’estero per attività proposte dalle Università, per favorire il loro ricongiungimento con i familiari in questa  condizione di emergenza sociale”.

Raccomandati per te

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.