Sport e spettacolo, Figuccia annuncia emendamento anti Covid-19 all’Ars

Gestori degli impianti sul piede di guerra: “Come dobbiamo pagare gli affitti?”

 

Tracollo anche per i gestori degli impianti sportivi e delle associazioni teatrali colpiti dall’emergenza economica.

“La finanziaria regionale che ci appresteremo a varare nelle prossime settimane deve tenere conto di tutta una serie di categorie e realtà che nelle fila dei provvedimenti nazionali, non sono esattamente ricomprese – a dirlo è Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia che prosegue – mi riferisco all’universo delle circa 4000 società sportive e culturali siciliane affiliate ad un ente sportivo e che esercitano tantissime attività coinvolgendo centinaia di migliaia di cittadini.

Anche questo mondo è stato duramente colpito dall’attuale emergenza epidemiologica per cui sin da ora, faccio un appello al governo regionale e ai parlamentare tutti per accogliere un provvedimento che io stesso chiederò di porre in votazione durante l’esame della manovra e che intende offrire adeguate garanzie a tutti gli operatori del settore sportivo e culturale cuore pulsante dell’economia siciliana.

Quanto alle società sportive la proposta è quella di stabilire un credito d’imposta a favore dei proprietari degli impianti sportivi pari al canone non percepito per intero o in tentesimi prevedendo la formula di credito di imposta sugli affitti non pagati. Solo a  Palermo – osserva – il 95% delle palestre o piscine in attività sono locate con contratti fra società sportive e i proprietari degli immobili. Per queste due categorie nel decreto salva Italia non è previsto nulla col rischio che le società non possano pagare gli affitti e che quindi i proprietari si trovino l’immobile sfitto”.

Raccomandati per te

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.