Mercati e sagre, Figuccia: “Basta iniziative personali dei sindaci”

Il parlamentare dell’UDC volerà a Roma per la manifestazione delle partite Iva

“Prendendo atto della sufficienza con la quale diverse amministrazioni comunali e in particolare i rispettivi sindaci stanno procedendo a mezzo di ordinanze che prevedono la sospensione in via cautelativa di sagre, fiere e mercati, in queste ore ho deciso di presentare una mozione con la quale si impegna il governo regionale di concerto con il governo nazionale, ad emanare linee guida chiare che senza alcuna discrezionalità da parte degli amministratori locali, garantiscano la continuità di queste attività. Migliaia di mercatai, operatori del comparto fieristico, partite IVA e piccoli artigiani, escono ogni giorno da casa per guadagnarsi onestamente un pezzo di pane.

Per cui, ammettendo la necessaria diligenza che deve caratterizzare le amministrazioni comunali, sostengo senza se e senza ma l’urgenza che questi operatori continuino serenamente ad esercitare le proprie attività lavorative senza temere che qualche sindaco smanioso di protagonismi, li metta in serie difficoltà. Ecco che, con l’obiettivo di esortare il governo Nazionale ad andare in questa direzione, plaudendo peraltro alla circolare dell’assessore Turano che ha sollevato il problema, il prossimo 26 ottobre insieme a tutte le associazioni di categoria, saremo a Roma per dire chiaramente che non accetteremo questo modus operandi così confuso e approssimato posto in essere da sindaci e sindachetti”.
A dirlo è Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia.

Raccomandati per te

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.