Covid, la ricetta di Figuccia: “Tagliare l’Iva mantenendo due aliquote”

Il deputato parla di un risparmio che ammonta a 20 miliardi di euro

“Intervenire con misure di sviluppo e non come sta facendo il governo, attraverso il solito piatto di lenticchie risulterebbe più rispettoso nei confronti dei beneficiari – a dirlo è Vincenzo Figuccia deputato all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia che rilancia così la proposta del senatore leghista Alberto Bagnai.
Famiglie, imprese e commercianti – prosegue – sanno bene che la vera priorità è mettere in moto l’economia e aumentare il potere d’acquisto, azioni chiave per l’aiuto concreto ai territori e alle comunità.
Mantenere due sole aliquote Iva invece di 4, attraverso l’abolizione di quelle al 4-5% (pane, latte, frutta, servizi per anziani, etc…) e la riduzione di quelle più alte dell’ 8 e 20% (carne zucchero bollette, alberghi etc…) capitalizzano un risparmio di 20,2 miliardi di euro per le tasche degli Italiani. Una bella boccata d’ossigeno per i Siciliani che rischiano una recessione dalla quale non sara’ facile riprendersi se il Governo continuerà a non trovare soluzioni tangibili. In un momento nel quale si torna a parlare di chiusura totale – conclude il parlamentare – bisognerebbe prendere a modello i Paesi piu’ virtuosi in economia come la Gran Bretagna che stanno procedendo verso questa detassazione”.

Raccomandati per te

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.