Terrasini, acque reflue in mare, possibile danno ambientale. Interviene la Lega.

Alcuni cittadini del comune di Terrasini dopo le forti piogge dei giorni scorsi, hanno segnalato uno sversamento di acque reflue dalla canalizzazione del torrente Furi, nello specchio di mare prospiciente alla spiaggia della Praiola.

Analogo fenomeno si è verificato contemporaneamente all’impianto di decantazione sito nelle vicinanze del villaggio dei pescatori che, serve ad incanalare le acque fognarie a mare quando piove con maggiore intensità.
Foto e video che circolano sulla rete mostrano liquami misti a fango che nel giro di pochi minuti hanno ricoperto l’azzurro del meraviglioso mare del comune fino a Cala Rossa.

“Auspico sia fatta al più presto chiarezza su quanto accaduto, non è accettabile che si possa sfregiare un golfo come quello di Terrasini. Presenterò un’ interrogazione parlamentare per accertare eventuali responsabili per i danni ambientali avvenuti”- A dirlo è Vincenzo Figuccia deputato della Lega all’Ars e Commissario provinciale per Palermo.

“In qualità di rappresentante dei cittadini di Terrasini, ribadisco che era compito del Sindaco vigilare per evitare preventivamente quanto è successo a tutela della salute di ognuno di noi. L’attacco pubblico da me subito è inaccettabile e difenderò il mi ruolo e la mia onorabilità nelle sedi opportune se sarà necessario”.
– Aggiunge Grazia Ventimiglia consigliere del comune di Terrasini -.

“Nell’esprimere la mia piena solidarietà al consigliere Grazia Ventimiglia, attaccata per avere espresso il suo pensiero in qualità di rappresentante delle istituzioni, ritengo che fenomeni come quelli avvenuti nel comune di Terrasini possano essere evitati, attraverso una programmazione più attenta diretta alla tutela del territorio”.
Conclude Pippo Fallica coordinatore della segreteria politica regionale della Lega in Sicilia”.

Raccomandati per te

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.